lunedì 27 giugno 2016

Non ci riesco! - 3 Cose che proprio non riesco a fare!

Oggi è lunedì e come tale va affrontato con leggerezza. Siamo a giugno, l'estate è arrivata e sono passati i 30°, forse è meglio concentrarsi su qualcosa di divertente...almeno per voi - non troppo per me, ora capirete perché.



Oggi ho deciso di parlarvi di tre cose che proprio non so fare e per giunta me ne vergogno profondamente. Direi di evitare i preamboli per mettere nero su bianco alcuni dei miei più grandi impedimenti sociali:

1) MANGIARE GLI SPAGHETTI


Ecco, il piatto all' Albertone  proprio non mi appartiene. Amo la pasta lunga, a volte penso che niente sia meglio di due linguine al pomodorino fresco e tonno eppure riesco a mangiucchiare spaghetti, o ogni tipo di pasta lunga, solo quando sono a casa. Se mi ritrovo in un ristorante e disgraziatamente nel menù mi ritrovo i bucatini alla carbonara vado nel panico, inizio a fare i peggiori pensieri e spesso provo la carta del "è possibile cambiare con le penne o un'altra pasta corta?" Non chiedetemi perché, forse sono rimasta traumatizzata da quella volta a casa di una mia compagna, alle elementari, dove per poco non ci rimanevo secca - la combo apparecchio e spaghetti non va. Non riesco a fare in modo che restino appiccicati alla forchetta evitando che si sgroviglino proprio ad un passo dalla bocca portandomi a fare quello sgradevolissimo slurp che ti lascia quell'unico pezzo penzoloni.

2) FARE I CONTI A MENTE


Con la matematica non siamo proprio amiche. Giorno e la notte. Felicità e tristezza. Niente. Per me, chi mi dà il resto, mi frega facilissimo perché la mia è una mentalità molto più filosofica mentre quella matematica non l'ho mai capita. Vi farei parlare con il mio ex  ragazzo del liceo solo per testimoniare la fatica nel fare i compiti in classe, mia e sua nello spiegarmi le cose!
Io devo capire il perché delle cose sennò non sono contenta, non può essere solo "perché è così". 

3) SBUCCIARE LA FRUTTA



Allora. Ho sempre vissuto in una famiglia del sud. Sapete com'è, La nonna che ti prepara tutto, compresa la frutta facendoti trovare il tavolo apparecchiato e la mamma che ti vizia. Ecco, io l'unica frutta che riesco a sbucciare senza rischiare la sua vivisezione oppure la mutilazione di un arto è il mandarino. Ma c'è stato un momento in particolare in cui, a causa di questo mio impedimento, mi sono sentita mortificata: quando ho dovuto sbucciare la mela ad una bambina a cui facevo da baby sitter. Volevo sprofondare quando il padre uscendo mi ha detto: "nel pomeriggio sbucciale una frutta per merenda. Una mela. Tanto la sai sbucciare la mela!" ed io ho annuito sorridendo mentre dentro il cervello facevo a cazzotti con quel sorriso di assenso falsissimo. 

Voi cos'è che non riuscite proprio a fare e un pochino ve ne vergognate oppure che in alcune occasioni vi creano disagio?

Nessun commento:

Posta un commento