martedì 25 aprile 2017

Libri sul comodino #13 - Il Lavoro Perfetto

Sono tornata con un nuovo libro da consigliarvi! Siete pronti? Questa volta è un e-book che mi era apparso tra i consigliati nel mio kindle strore: Il Lavoro Perfetto di Arianna Ciancaleoni.



Titolo: Il Lavoro Perfetto
Autore: Arianna Ciancaleoni
Data di Pubblicazione: 12 Novembre 2015
Pagine: 206
Prezzo: 10.00 €



A due mesi dalla laurea Bianca Belli trova, senza neanche troppe difficoltà, un lavoro stabile con un discreto stipendio, a due passi da casa e nel settore di sua competenza: se solo la sua vita sentimentale non stesse nel frattempo andando a rotoli, si sentirebbe al settimo cielo. Quando firma il contratto però, non immagina neanche lontanamente cosa nasconda un lavoro all'apparenza perfetto. Dopo tutto ciò Bianca viene colpita da una grave depressione e con l’aiuto di uno psicologo e del collega Rénee comincia a migliorare, fino a quando non capisce cosa realmente vuole questo nuovo amore…

Leggendolo non si può fare a meno di sorridere e identificarsi con la protagonista, con la sua goffaggine, con la sua pigrizia che la impedisce di andare in palestra e con la sue disavventure amorose. Tratti che la rendono molto simile a tante donne di oggi. Quella che, ad oggi, poteva sembrare la sua grande e unica fortuna ovvero l’aver trovato un lavoro nell'immediato, viene spazzata via proprio da quello che il modo di lavorare rappresenta.

Un’analisi, quella di Ciancaleoni, che fa risaltare il conflitto eterno fra amore e lavoro, soddisfazione personale e carriera.
E’ un libro che nel giro di una giornata si legge senza toppa fatica, ti tiene incollato nell'attesa che la nuova catastrofe arrivi a schiantarsi sulla vita della povera Bianca. Chiunque, almeno una volta nella vita, si è imbattuto nell'odissea della ricerca di un lavoro. Il fatto è che cercarlo è un problema ma dopo non è certo una passeggiata. Bianca, dopo essersi laureata, è piena di entusiasmo quando trova lavoro e pensa che presto ciò le consentirà di risolvere i problemi con Nicola, il ragazzo che frequentava da tempo. Ipotizza una convivenza e sogna in grande. Neanche immagina quali e quanti problemi siano già pronti a rincorrerla. Lei stessa, attraverso una narrazione fatta in prima persona ed estremamente brillante, ci accompagna in una storia amara e purtroppo attuale. Il pregio dell’autrice è quello di essere riuscita a costruire un personaggio che, seppure affronti situazioni estreme, riesce ad alleggerire comunque l’atmosfera facendo passare un concetto importante attraverso l’ironia.
Bianca è una come noi, una di noi che si dispera ma poi decide di rialzarsi. 

Questo libro tratta un tema delicato e attuale che riguarda la collettività, dunque credo possa aiutare a non far sentire solo chi vive situazioni analoghe e probabilmente a spronarle, cercando di reagire senza toccare prima il fondo, scavare per poi tentare di risalire. La Ciancaleoni sonda tutti gli aspetti di questa problematica che va da quelli pratici a quelli psicologici con serietà e senza pesantezza. 

Lo stile è da ritenersi fresco, scorrevole, moderno e molto originale anche l'idea di porre, all'inizio di ogni capitolo, un articolo diverso tratto dal diritto del lavoro per introdurre ciò che capiterà a uno dei protagonisti. Lo inserisco tra i consigliati del mese!

2 commenti: