giovedì 10 marzo 2016

Iniziare la giornata con un sorriso? Io lo faccio!

Spesso mi capita di guardare la sveglia e realizzare che sono in ritardissimo per la mia giornata - non sono particolarmente conosciuta per la mia puntualità devo ammetterlo, però uscire in fretta e in furia mi lascia, per tutta la giornata, con la sensazione di incompletezza. Come se mancasse qualcosa. 



Perciò spesso, quando riesco e soprattutto quando ho la forza, adotto dei piccoli accorgimenti che mi permettono di non dover uscire di casa consapevole di aver lasciato indietro qualcosa; aiuta decisamente a vivere la mattinata in modo diverso e non sempre con il broncio.




PRIMO

Per prima cosa scegliere il proprio outfit la sera e, se si riesce, preparare anche la borsa, un po' come quando, prima di andare a letto, si preparava lo zaino per la scuola, può sembrare banale o forse da liceale ma permette di risparmiare molto tempo la mattina sia laddove si facessero le cose in tutta calma sia nel caso in cui la sveglia 'non abbia suonato'. Decidere su due piedi, con il ticchettio dell'orologio che ci ronza nelle orecchie, spesso fa fare scelte che non ci piacciono particolarmente e dal momento che dobbiamo andare con quegli abiti tutto il giorno dobbiamo sentirci sicure e a nostro agio e non insoddisfatte o quasi imbarazzare, nei casi più estremi. Preparare il tutto la sera, prima di metterci a letto, ci permette di valutare per bene il nostro guardaroba e di concentrarci sui dettagli che ci fanno sentire 'meglio'. 



SECONDO

L'ideale sarebbe quello di non svegliarsi troppo a ridosso dell'orario in cui dovremmo uscire di casa. Consiglio di puntare la sveglia almeno un'ora prima. Personalmente non riesco a sgattaiolare subito fuori dal letto una volta aperti gli occhi, mi piace rilassarmi almeno uno decina di minuti a letto, stiracchiandomi per bene, prendendo coscienza di chi sono, spulciando il cellulare e tutti i miei social. Rispondere a qualche commento, messaggio o anche email. Mi aiuta molto a svegliarmi completamente in più mi permette di fare quelle piccole cose che non potrò fare così spesso durante la giornata. Insomma, mi ritaglio uno spazio che mi aiuta ad affrontare meglio la giornata, almeno mentalmente.



TERZO

Molti hanno la brutta abitudine di bere un caffè al volo e saltare quello che è il pasto più importante della giornata: la colazione.

Se seguite il mio blog da diverso tempo sapete che per me è sacra, ho fatto anche un post a proposito e se non lo avete letto vi lascio il link per recuperare (clicca qui). Devo stare seduta almeno quindici/venti minuti e fare la mia colazione con calma così da essere completamente sveglia una volta arrivato il momento di uscire di casa. Sono stata abituata sin da piccola a questo modo di fare e spero vivamente di non perderlo. Inoltre, uscendo quasi tutti alla stessa ora, la colazione è il momento in cui ci raccontiamo i nostri programmi, ci organizziamo in famiglia con gli spostamenti o comunque tutto ciò che riguarda quello che andremo a fare quel giorno o anche nei giorni successivi. 

Questi sono i miei tre passi prima di chiudermi la porta alle spalle e affrontare università, lavoro o qualsiasi altro tipo di programma abbia, con il sorriso o almeno in modo positivo.

Voi che cosa fate appena svegli? Come affrontate la vostra giornata? Lasciatemi un commento dove lo raccontate!

Nessun commento:

Posta un commento