lunedì 27 aprile 2015

Non posso proprio farne a meno

Qualche tempo fa avevo scritto un post similare (clicca qui) in cui elencavo tre dei miei preferiti del periodo e da quel momento ho iniziato a fare davvero caso alle mie abitudini per arrivare alla conclusione che sono una persona metodica. Andrò anche a periodi ma la sostanza non cambia. Mi chiudo all'interno di una routine quotidiana fatta di azione, cibi e prodotti che mi hanno conquistato e, dal momento che ho visto che è un genere di  post che non è dispiaciuto, ho deciso di farne un secondo. Con la stessa metodologia - per rimanere in tema.

NOCI



Sono una passione recente, un amore sbocciato qualche mese fa ma che è diventato così forte da essere anche il mio stuzzichino preferito per i momenti in cui la fame attecchisce senza verso di farsi da parte. I modi in cui le mangio sono più o meno sempre gli stessi ma non mi annoiano mai; passo dal mangiarle a manciate al naturale al metterle nel condimento di qualsiasi tipo di insalata o nel mio amatissimo farro ed infine anche come condimento a crudo su un bel piatto di pasta con un sugo di funghi. Premetto che il motivo per cui le mangio non dipende da nessun tipo di dieta ma solo perché trovo che sazino parecchio, difatti 100 grammi contengono circa 650 calorie, e perché dona un certo sapore all'insalata che da sola mi stanca facilmente. Ma visto che ci siamo ci tengo a dire che le noci sono uno di quei cibi che aiutano il nostro corpo, contenti sali minerali quali fosforo, potassio, magnesio, ferro ed anche calcio, sono grandi amiche della prevenzione di malattie cardiache o alle coronarie ma anche del colesterolo poiché aiutano a tenerlo sotto controllo. Inoltre aiutano a combattere lo stress o quando il nostro corpo si trova ad affrontare uno sforzo intenso - la quantità consigliata è all'incirca 40-80 g che corrispondono ad almeno 8 noci. Per chi di benessere non si interessa bisogna sapere che aiutano anche pelle e capelli; infatti leniscono l'acne con le loro proprietà antinfiammatorie  ed aiutano a fermare la caduta di capelli fortificandoli dall'interno attraverso l'utilizzo di un decotto di foglie. Ma attenzione a non esagerare, perché troppe purtroppo fanno ingrassare!

PANE AL CARBONE VEGETALE


La primissima volta che mia madre si è presentata con una ciabatta al carbone vegetale sono scoppiata a ridere vista la sua frase: "tranquilla, non è bruciato!" Inizialmente un po' contrariata per via del colore è diventato, adesso, l'unico pane che mangio perché me ne sono innamorata. Nonostante il colore possa essere fuorviante l'odore ed il sapore sono normalissimi, bisogna solo superare l'impatto visivo - per esempio mio padre non ci è riuscito, dice che pensare di mangiare il pane potenzialmente carbonizzato non gli lascia la stessa soddisfazione. Facendo delle ricerche ho scoperto che, oltre ad andare a ruba e non solo il pane ma anche la pizza ed altri alimenti, porta parecchi benefici in quanto aiuta contro alitosi, meteorismi, acidità di stomaco, reflusso  ed anche a sgonfiare la pancia ripulendo l'intestino. Al momento mi piace e mi crogiolo nella speranza che magari quella piccola pancetta possa essere semplice gonfiore e quindi lo uso come arma segreta per la prova costume. Consiglio di provarlo anche perché è un prodotto che si trova facilmente al mercato sotto casa ed anzi, reputandomi un'esperta, consiglio il filoncino perché la mollica resta più morbida anche se resta in dispensa un paio di giorni mentre rosette e ciabatte già dal giorno successivo risultano essere più dure.

SPAZZOLINO & DENTIFRICIO



Non sono diventata pazza tutta d'un botto. So che il primo pensiero che può passare per la testa è: "Chi non li usa?" ed infatti è così ma diciamo che io forse...esagero. Purtroppo come molte bambine tra i ricordi della mia infanzia trova posto l'apparecchio per i denti, quello fisso che è una seccatura vera e propria. Ogni volta che mangio o che penso che devono passare diverse ore senza la possibilità di lavarmi i dentro sento la voce del mio dentista che fa capolino vicino le orecchie. Se ho questa fissazione la colpa è suo ma suo è il merito di non aver mai avuto problemi di carie, per esempio - forse anche un po' mio perché sono l'antidolciume (ho appena inventato una parola?!). Sta di fatto che la mia fissazione raggiunge livelli del tipo che nel cassetto delle scorte ho tanto mini dentifricio e almeno due tre spazzolini portatili e l'immancabile duo di pasta del capitano sempre nella borsa. Roba che mi sono ritrovata a lavarmi i denti anche ai bagni dell'università con le ragazze che mi squadravano per bene dandomi della pazza attraverso i loro occhi. A chi importa? Passato quel lieve momento di imbarazzo mi sento subito meglio al pensiero di avere la bocca fresca al sapore di menta.

3 commenti:

  1. io:
    - cioccolato fondente novi, mangiato senza ritegno :) a pezzoni
    - caffettino delle ore 17 seguito dopo un po' da una bella lavata di denti rinfrescante e sbiancante
    - a volte tisana della yogi tea
    - focaccia classica e stirata ! non troppo unta ma bella secca e moderatamente salata
    - la carne. tra tutto io adoro sia il filetto, che la tagliata. il primo possibilmente, una volta cotto, condito con un goccio d'olio e cosparso da una velatura leggera di spezie

    smetto perchè mi sta già venendo l'acquolina..eheheh

    RispondiElimina
    Risposte
    1. O mamma non mi parlare della tagliata che mi fai venire fame!! Cioccolato fondente, activia alla fragola, filetto e tagliata, focaccia moderatamente salata...chi sei tu? Una me al maschile? :p

      Elimina
  2. si sono Alessio, "quel ragazzo" :P eheheh

    scherzi a parte, per proseguire nelle mie "non ne posso fare a meno" ci sono:

    - sacchetto che porto "sempre" (nello zainetto se devo fare qualche viaggio o quando vado a lavoro, non in città o in giro a passeggiare!) dietro con me con: deod, spazzolino+dentifr, a volte il rasoio, e le medicine. non sono ipocondriaco, ma per ogni evenienza, e per de-sformazione professionale :) tengo sempre appresso il giusto.

    - nelle ferie estive deve esserci possibilmente una SPA di mezzo.. lo so non è molto mascula la cosa.. ahahah ma me ne sono innamorato da quando ci ho messo piede la prima volta. deve esser fatta bene, però. sono esigente. niente costruzioni finte grotte di vetroresina bleah. il minimal è fondamentale, che esso sia stile "montano" o che sia in stile moderno. la jacuzzi esterna a 40 gradi circa estiva ma in montagna, con brutto tempo e pioggia mista neve è favolosa..

    - infine la degustazione dei formaggi. non mangiarne in abbondanza, ma mangiarne un po' di tanti tipi, accompagnati con miele e marmellata di mosto.

    queste ultime due sono abitudini che ho quando vado fuori porta.. ovviamente a casa non ho nemmeno la jakku, ne tutti sti formaggi da degustare, ma doccia spartana e tanto grana! eheheh :-)

    RispondiElimina