giovedì 16 aprile 2015

ArrowMania, "...You forget to see that there are people who love you"

Chi come me ha versato qualche lacrimuccia e ha praticamente perso il battito almeno un paio di volte? Alzate la mano, non abbiate paura perché questa puntata è stata veramente...WOW! Ho sempre detto che quando si va verso il finale di stagione gli autori danno il meglio di loro ed in questa 3x19 hanno fatto un lavoro eccellente. Ci sono così tante cose da dire, perciò inizio subito senza perdermi in ciance.


In questo episodio troviamo un particolare crossover con The Flash perché per la prima volta i metaumani arrivano a Starling City in un momento che definirei pessimo, anche perché la città è rimasta senza protezione: il suo mitico eroe incappucciato è un tantino fuori gioco.
E dato che anche Barry ha le sue gatte da pelare - facendo un piccolo excursus, credo che la linea temporale degli episodi 3x18/1x18 sia andata a migliorare in questo modo la storyline rispetto a come era stata pensata inizialmente - Oliver è braccato dal capitano Lance che si sta montando la testa dunque la nostra informatica preferita propone al suo compagno di notti brave di farsi aiutare da Ray che di scienza se ne intende. La faccia di Oliver, insieme ad altre tre o quattro battute, valevano il prezzo della nottataccia - avete letto bene, Oliver ha tirato fuori un sarcasmo pungente davvero adorabile, forse perché lavorare a contatto con il fidanzato della donna che ami può essere leggermente disturbante.


Insomma, vedere Ray ed Oliver interagire così intimamente è stata un'ottima mossa; in questo modo Ray ha avuto davanti la situazione a 360 e può finalmente farci i conti, fare 2+2 - dato che è così bravo. Il fatto che sia così inesperto sul campo e che conti totalmente sulla sua tecnologia e non sul suo istinto me lo ha fatto vedere sotto una luce diversa; ecco finalmente ho trovato un episodio in cui Ray Palmer non era né un personaggio fantasma né messo in mezzo per fare scena, ha avuto una funzione vera e propria in relazione agli altri personaggi, al triangolo ma soprattutto dando il via ad A.T.O.M. e poi diciamolo chiaramente, in questa puntata lui ha avuto la funzione chiave di stemperare, nei momenti giusti ha dato modo al telespettatore di calibrare per bene le emozioni e di non lasciarsi prendere totalmente dal vortice di oscurità e dolore che trasudava. Un bel 10 per Ray ma forse sono di parte perché so che il suo personaggio non sarà più "d'impiccio" per l'Olicity.


A proposito della ship del mio cuore, cosa c'è da dire se non "Felicity, mi hai illuso per un interminabile secondo!". Il dialogo in cui Oliver le confessa di non sapere più chi è viste le circostanze che si ritrova ad affrontare è stato eccellente. Curato nel dettaglio, perché quel "Ti Amo" trattenuto ci stava così a fagiolo che quando non è arrivato mi sono sentita malissimo per lui, perché ci sperava, così tanto che gli si leggeva in faccia "ti prego, dimmelo" e la sua delusione ha toccato il cuore di tutti noi fans - tranqui Ollie, la 3x20 per te sarà una liberazione!
Che poi, quando Felicity era in pericolo e lui vuoleva correre a salvarla? Mentre Ray se la rideva senza motivo quando la sua presunta donna era in pericolo, Oliver pronuncia quelle paroline - "It's Felicity!" - così cariche di sentimento che mi sono sciolta. Ma quanto la ama il signorino?!
Molto interessante invece, è stato il videogames nel telefilm a cui abbiamo assistito quando Oliver guida Ray attraverso non ho capito cosa. Credo sia stata una scena abbastanza complicata da montare ed il risultato è stato stupefacente, mi ha tenuto letteralmente incollata - o forse è stato Amell con quelle maniche corte? Non so dirlo con esattezza perché la tecnologia gli dona molto, ma credo fosse più la scena.


Parlando di amore tirerei in ballo l'altra coppia dello show: Thea e Roy. Ma solo io mi sono commossa nel vedere la scena di addio tra i due? Separati da quel vetro, con gli occhi lucidi entrambi...erano dolcissimi. La performance di Colton è stata la migliore in questo suo "ultimo" episodio da regular. Quando la prima volta è stato assalito in carcere pensavo fosse la scena del promo e dunque quando se l'era cavata facendo il sedere a quei bell'imbusti con le mani legate ho tirato un sospiro di sollievo, come ho fatto ad essere così ingenua? Questo è Arrow, quando ti fanno credere che il peggio sia passato te lo rifilano quando meno te lo aspetti. Andiamo, la guardia? Io mi aspettavo fosse uno di quei giganti che se lo squadravano, invece è la guardia che lo accoltella? Alla faccia della legge, eh.

"Non può essere morto, non così. Arsenal merita di meglio che morire in questo modo", la frase  che mi sono ripetuta nella testa quando l'ho visto steso a terra e lo schermo si faceva sempre più buio; quando Lance ha dato la notizia ad Oliver è stato un vortice di feelings che neanche Oliver che cade da un dirupo mi ha trasmesso. Che poi, caro Lance, mentre una persona sta piangendo la morte di un caro amico non è carino accanirsi contro dandogli tutta la colpa, perché se vogliamo dirla tutta sei proprio tu che hai iniziato questa caccia in verde.


Quando un Oliver in lutto si trova nella cave distrutta i suoi amici cercano di tirarlo su per dargli la buona novella: era tutto un piano. Roy è vivo. Hanno architettato tutto per salvare entrambi. Questo episodio è stato illuminate anche per ridefinire delle dinamiche di amicizia nel team: abbiamo visto Felicity e Diggle cercare di aiutare Oliver cosa che, come dice lei stessa non gli riesce molto facile, ed anche la profonda amicizia che lega Roy ed Oliver. Il suo addio è stato sinceramente inaspettato, non ero a conoscenza del tipo di contratto che lo legava alla serie e mi dispiace che sia andato via perché lo show non sarà più lo stesso senza di lui - lo show non sarà più lo stesso e basta - ma sono contenta del modo in cui la sua storia  si sia conclusa. Il fatto che non lo abbiano fatto morire è stata un'ottima scelta, tutt'altro che banale, lasciando all'eroe in rosso la possibilità di ritorno in questo o in un altro degli universi della DC, ma soprattutto ponendo fine al suo dolore verso quanto accaduto sotto l'effetto del mirakuru; la morte di quel poliziotto ed il senso di colpa lo stavano distruggendo, essere stato in prigione e dunque punito, anche se per un breve momento, lo ha fatto sentire meglio, più libero. Roy ha bisogno di essere lontano da Starling per poter ricominciare una nuova vita.


E quando pensavo che la puntata stesse per terminare, nonostante tutto, nel migliore dei modi...ZAC. Il finale mi ha lasciato allibita. Perché sapevo o almeno pensavo che Ra's avrebbe ucciso qualcuno di importante per Oliver in modo da costringerlo ad usare il pozzo di Lazzaro e stringere un patto con il Demone, ma tra aspettarselo e vederlo c'è un abisso. Sono rimasta basita dalla normalità con cui Ra's ha ucciso Thea, senza battere ciglio. E se avevo il sospetto che Ra's fosse ben oltre ogni limite per i cattivi, con questo episodio ne ho avuto la conferma ma devo anche dire che è geniale. Sa quali sono le debolezze di Oliver, le ha colpite tutte: lo ha fatto sentire nessuno, solo, inutile...ha perso tutto, adesso non gli resta altro che accettare il testimone.



Ma la domanda principale che mi pongo non è nemmeno sugli avvenimenti imminenti che, bene o male ci aspettavamo, quanto a, come se ne tirerà fuori dopo?

Nessun commento:

Posta un commento